Le Cors Dou Heralt - Groupe Historique de Fénis

.

GROUPE HISTORIQUE DE FÉNIS  LE CORS DOU HERALT. Associazione sportivo-dilettantistica e di promozione culturale, storica, sociale e si propone di promuovere, sviluppare organizzare e gestire sul territorio attività sportive, culturali di interesse storico e/o sociale, con particolare riguardo a quelle improntate alla ricerca, alla divulgazione ed alla valorizzazione dei costumi, della storia e delle tradizioni della Contea di Fénis.

Indirizzo

Località Miseregne, 5  11020 Fénis

e-mail e pec

gruppostoricofenis@gmail.com

gruppostorico@pec.gruppostoricodifenis.it

Recapiti telefonici

Segreteria e Presidenza +39 342 315 3667

Siti web di riferimento a cui associare link per consultazione

www.gruppostoricodifenis.it

facebook - gruppo storico di Fénis

Presidente - OTTOLENGHI Ciro - V. Presidente e coordinatore gruppo CANIO Francesco

Descrizione delle attività

Il gruppo storico di Fénis è stato fondato nel 2001 da appassionati di storia medievale, che si proponevano di far conoscere al maggior numero di persone il castello di Fénis con la sua storia e il suo territorio e, soprattutto, di ricordarne la sua costruzione ultimata nel 1340. Diedero al gruppo un nome che evoca uno dei personaggi fondamentali in quell'epoca, letteralmente colui che:  Nelle corti feudali e nei comuni medievali, aveva l'incarico di messaggero, ambasciatore, banditore, presiedeva i tornei, dichiarare guerra, proponeva trattative di pace, compiva missioni diplomatiche, appunto l'Araldo, da qui Le Cors dou Heralt, vale a dire la corsa dell'araldo. Il gruppo partecipa a rievocazioni e/o rappresentazioni di avvenimenti accaduti nel Medioevo in Valle d'Aosta, nel resto dell'Italia ed in alcune occasioni all'estero. Durante i fine-settimana spesso anima con la propria presenza le visite dei turisti al castello di Fénis. I costumi dei suoi membri, realizzati su modelli del XII, XIII e XIV secolo, sono legati alle fasi della vita del castello, interpretando dei personaggi storici autentici della famiglia Challant, in particolare i due grandi costruttori del magnifico castello, Aimone di Challant e la sua sposa, Fiorina Provana di Leyni, ed il loro figlio, Bonifacio di Challant e la sua sposa, Françoise de Roussillon.

Iniziative-attività-programma manifestazioni.

Il gruppo partecipa su invito a varie manifestazioni in diverse località, portando in questi luoghi, per quanto possibile, dei frammenti di cultura e vita medievale della Valle d'Aosta. Nella sede, sita in località Miseregne 5 del comune di Fénis, ogni venerdì sera il gruppo si riunisce e una parte di esso studia, prova e realizza dei brani con il ritmo dei tamburi, un'altra parte si allena a coreografare su musiche originali dei balli di corte. Si studiano e si creano dei giochi antichi, per poi eseguirli in varie occasioni. Il lavoro viene poi proposto durante le sfilate.

La manifestazione organizzata dal gruppo storico di Fénis, ha una cadenza biennale e si tiene negli anni pari nell'ultimo sabato di luglio (l'edizione 2016 è programmata per il 30 luglio). Si svolge nella magnifica cornice dell'area verde denominata  Tsanté de Bouva, ai piedi del bellissimo castello. Nelle ultime due edizioni (2012 e 2014) ha portato circa 400 personaggi in costume medievale. Nell'occasione si ricostruiscono scorci di vita epocale, dove le curiosità dei visitatori trovano risposte nella voce dei rievocatori. Negli accampamenti militari si possono incontrare cavalieri in completa tenuta da battaglia, esposizione di armi, banchi dimostrativi con merci, spezie e antichi mestieri. Il torneo equestre che si teneva sino a qualche edizione fa, per motivi logistici e stato momentaneamente sostituito con un torneo di arcieria. Ogni edizione della manifestazione ha una variante nel suo programma che la rende sempre nuova. Le attività avranno inizio alle ore 14,00 con la prima sfilata e proseguiranno con le attività da campo e di corte, duelli, balli, canti, musici, sbandieratori e si protrarranno senza interruzione (meteo permettendo) anche durante la cena servita intorno alle ore 19,30 circa. Al calare delle tenebre le animazioni continueranno con i giuochi di fuoco per concludersi con la fiaccolata intorno alle ore 23,00 circa.

Il venerdì sera, sarà preludio alla manifestazione con la serata dedicata alla cultura, dove un accreditato storico medievista parlerà in forma narrativa di un argomento di sicuro interesse.